Jean-Paul Riopelle

Jean-Paul Riopelle nasce a Montréal nel 1923, giovanissimo inizia a studiare disegno, fino al 1938. Nel 1941 si dedica allo studio di materie come l’ingegneria, architettura e fotografia alla École Polytechnique. Fréquenta l’École des beaux-arts di Montréal nel 1942, passando poi all’École du meuble, dove si diploma nel 1945.

In quel periodo diviene allievo di Paul-Émile Borduas e aderisce al movimento degli Automatistes. Dopo aver letto Il Surrealismo e la pittura di André Breton, sperimenta la pittura non-oggettiva e non-figurativa. È tra i firmatari del manifesto Refus global. Trasferitosi a Parigi nel ‘47 per proseguire con la sua carriera d’artista, è il solo canadese a esporre ad una mostra coi surrealisti.

Nel 1949 alla galleria La Dragonne, a Parigi, si tiene la sua prima personale, che diviene un punto di ritrovo per i surrealisti. Da ‘59 inizia una relazione con l’artista statunitense Joan Mitchell, che prosegue per decina d’anni, sebbene entrambi mantengono la propria casa e studio separati nei pressi di Giverny, dove aveva vissuto Monet.

Riopelle e Mitchell si influenzano reciprocamente, sia intellettualmente che artisticamente, tuttavia la loro relazione è tormentata, soprattutto a causa dell’alcol.

Nel 1962 Riopelle viene scelto per rappresentare il Canada alla Biennale di Venezia. Si separa da Joan Mitchell nel 1977. Muore nel 2002.

Opere di Jean-Paul Riopelle in vendita

Sei interessato ad un'opera di Jean-Paul Riopelle?

Biografia