Yves Klein

Yves Klein nasce nel 1928 a Nizza, entrambi i suoi genitori erano artisti: la madre, Marie Raymond, è stata tra le prime pittrici informali di Parigi, mentre il padre, Fred Klein, è un pittore paesaggista.

Yves è influenzato molto dagli studi orientali, si dedica quindi alle arti marziali e al judo, che inizia a studiare nel ‘46 a Nizza. In questi anni si avvicina alla pittura, scoprendo il valore simbolico del colore puro, realizzando le prime opere monocromatiche: il famoso cielo azzurro del 1946 e le impronte delle sue mani e dei suoi piedi nel 1947.

La maturazione della sua propensione per l’arte è influenzata dall’amicizia con il pittore e scultore Fernandez Arman. Trasferitosi in Inghilterra, inizia a lavorare presso il corniciaio e doratore Robert Savage; qui riesce ad esporre le sue prime opere monocromatiche in alcune sale private, sotto il nome di “Yves” (1950).
L’anno successivo fa un viaggio in Italia, seguito da un viaggio in Spagna nel 1952, dando il via ad un periodo di intensa produzione artistica di Klein.

Nel ’55 si tiene la sua prima esposizione presso il salone delle Edizioni Lacoste delle Galerie des Solitaries, a Parigi.
Klein vive un periodo molto produttivo, dipinge come fosse posseduto da un genio creatore, ricoprendo interamente alcune tele del suo amato blu oltremare profondo, che egli chiama I.K.B., ovvero International Klein Blue.
Queste opere sono al centro della mostra Onze propositions monochromes, tenutasi a Milano, alla Galleria Apollinaire.
Risalgono al ‘58 le prime sperimentazioni con i “pennelli viventi”, realizzati presso Robert Godet, teorico di judo e amico di Klein.
Alla Biennale di Parigi del ‘59 incontra Tinguely, Hains e Restany, con i quali l’anno successivo fonda il gruppo dei “Nouveaux Réalistes”. Il manifesto del movimento, scritto da Restany, è firmato dai principali artisti dell’epoca: Arman, Raysse, Spoerri, Tinguely, Dufréne, Hains, Villeglé e dallo stesso Klein, mentre Rotella e Cèsar aderiscono poco dopo.

L’artista passa ai calchi-rilievo del corpo dei suoi amici più intimi: Raysse e Pascal sono riprodotti in gesso dipinto di blu, mentre il corpo di Arman è su fondo oro.
Nel 62 realizza le sue prime opere cinematografiche per Mondo Cane; tuttavia il maggio dello stesso anno Yves Klein ha due attacchi di cuore, spegnendosi il 6 giugno a Parigi.

Opere di Yves Klein in vendita

Sei interessato ad un'opera di Yves Klein?

Biografia